Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento 猫 passato.

饾悁饾悕饾悆饾悜饾悇饾悁 饾悂饾悇饾悕饾悇饾悡饾悡饾悎 路 饾悅饾悗饾悑饾悗饾悜饾悞 饾悎饾悕 饾悤饾悇饾悕饾悎饾悅饾悇

Aprile 17 @ 10:00 - 18:00

饾悁饾悕饾悆饾悜饾悇饾悁 饾悂饾悇饾悕饾悇饾悡饾悡饾悎 路 饾悅饾悗饾悑饾悗饾悜饾悞 饾悎饾悕 饾悤饾悇饾悕饾悎饾悅饾悇
饾悈饾惃饾惂饾悵饾悮饾惓饾悽饾惃饾惂饾悶 饾悊饾悽饾悮饾悳饾惃饾惁饾惃 饾悅饾悮饾惉饾悮饾惂饾惃饾惎饾悮
饾悘饾悮饾惀饾悮饾惓饾惓饾惃 饾悪饾悮饾悹饾惍饾惈饾悽 路 饾悤饾悶饾惂饾悶饾惓饾悽饾悮
饾煆饾煋.饾煄饾煉 > 饾煆饾煑.饾煄饾煋.饾煇饾煄饾煇饾煈
a cura di: 饾悈饾惈饾悮饾惂饾悳饾悶饾惉饾悳饾惃 饾悘饾悮饾惃饾惀饾惃 饾悅饾悮饾惁饾惄饾悽饾惃饾惂饾悶
patrocinio di: 饾悢饾惂饾悽饾惎饾悶饾惈饾惉饾悽饾惌饾悮虁 饾悵饾悽 饾悓饾悶饾惉饾惉饾悽饾惂饾悮
Catalogo edito da: 饾惇饾惍饾悵饾惍饾惀饾悽饾悰饾惈饾悽 – 饾悎饾悞饾悂饾悕 饾煑饾煏饾煑-饾煆饾煇-饾煐饾煆饾煆饾煏饾煆-饾煄饾煏-饾煏
Testi di: 饾悁饾惂饾悵饾惈饾悶饾悮 饾悂饾悶饾惂饾悶饾惌饾惌饾悽, 饾悈饾惈饾悮饾惂饾悳饾悶饾惉饾悳饾惃 饾悘饾悮饾惃饾惀饾惃 饾悅饾悮饾惁饾惄饾悽饾惃饾惂饾悶, 饾悡饾悽饾惓饾悽饾悮饾惂饾悮 饾悈饾惍饾惀饾悽饾悹饾惂饾悮, 饾悊饾悮饾悽饾悮 饾悊饾悽饾惃饾惈饾悹饾悶饾惌饾惌饾悽
Organizzata da: 饾悊饾悽饾悮饾悳饾惃饾惁饾惃 饾悅饾悮饾惉饾悮饾惂饾惃饾惎饾悮 饾悈饾惃饾惍饾惂饾悵饾悮饾惌饾悽饾惃饾惂, 饾悎饾惌饾悮饾惀饾惁饾惃饾惉饾惌饾惈饾悶, 饾悎饾惌饾悮饾惀饾悽饾悮饾惂 饾悁饾惈饾惌 饾悘饾惈饾惃饾惁饾惃饾惌饾悽饾惃饾惂, 饾悁饾惈饾悳饾悺饾悽饾惎饾悽饾惃 饾悁饾惂饾悵饾惈饾悶饾悮 饾悂饾悶饾惂饾悶饾惌饾惌饾悽
Si ringraziano: 饾悑饾惃饾悹饾悽饾悳饾悮 / Ascoli Piceno – 饾悅饾悶饾惈饾悮饾惁饾悽饾悳饾悺饾悶 饾悓饾惍饾惉饾悮 / Roma – 饾悊饾悮饾惈饾悮饾悹饾悶 饾悞饾悮饾惂 饾悓饾悮饾惈饾悳饾惃 / Venezia

La mostra di Andrea Benetti, intitolata Colors in Venice, curata dal professor Francesco Paolo Campione, nasce dall’invito della Fondazione Giacomo Casanova ad Andrea Benetti, ad essere il primo artista ad esporre nella nuova sede veneziana della Fondazione, situata nel centralissimo sestiere di San Marco, nello storico Palazzo Zag霉ri. Oltre ad essere onorato dal prestigioso invito, 猫 subentrato per Andrea Benetti il legame affettivo e professionale, che lo lega alla citt脿 lagunare fin dal 2009, quando ha presentato alla 53. Biennale di Venezia, all’Universit脿 Ca’ Foscari, il Manifesto dell’Arte Neorupestre. Nel Manifesto, Benetti ipotizza un ponte immaginario tra l’origine preistorica dell’arte e la sua contemporaneit脿. Negli anni successivi, in collaborazione con il D.A.R. Dipartimento delle Arti dell’Universit脿 di Bologna, ha ideato il progetto intitolato Colori e suoni delle origini, che 猫 stato presentato nel 2013, a Bologna, a Palazzo D’Accursio, nel 2014 all’Universit脿 di Bari e nel 2015 a Lecce, nel Castello Carlo V. Con le opere ispirate all’astrattismo e realizzate in bassorilievo su tela, per simboleggiare idealmente l’irregolarit脿 della parete rocciosa, Benetti sottolinea come simboli ricorrenti e forme embrionali della pittura astratta fossero gi脿 presenti nell’arte preistorica. Egli focalizza l’attenzione del pubblico sull’odierno modo di comunicare, basato anch’esso su icone e simboli ed orientato verso un’estrema semplificazione visiva, come se si trattasse di un ritorno alle origini. L’analogia alla base del progetto evidenzia come i pi霉 diffusi mezzi di comunicazione, di lavoro e di intrattenimento, in uso su larga scala nella societ脿 contemporanea, interagiscano con l’uomo attraverso l’uso della vista, che funge da percettore di immagini e simboli; immagini che possono trasmettere messaggi, curiosit脿 e conoscenza. Computer, smartphone, tablet sono ormai mezzi di fruizione di massa, con cui quotidianamente percepiamo e trasmettiamo la realt脿, o l’illusione di essa. Mediante una trasfigurazione ed una rivisitazione ideale dei simboli, realizzata da Andrea Benetti, tra l’onirico ed il reale, rivivono le forme ed i colori delle origini. Forme e colori che i nostri antenati, agli albori dell’umanit脿, scoprivano per la prima volta ed utilizzavano nelle pitture Rupestri, per 鈥渃omunicare鈥 con entit脿 superiori, donando alla genesi dell’arte una sacralit脿 eterna. Benetti svolge, da parecchi anni, la propria ricerca sulla pittura Rupestre, rendendole omaggio con opere che la citano, la trasfigurano e la reinventano. Egli parte dal concetto che nella pittura Rupestre erano gi脿 contenute tutte le future vie della pittura moderna, tra cui il figurativo, l’astrattismo (oggetto di questa mostra), il simbolismo ed il concettuale. La biografia e l’amore, che legano Andrea Benetti a Venezia, l’hanno spinto a trasformare la mostra in un omaggio alla citt脿 lagunare, intitolandola Colors in Venice. I lavori in mostra appartengono al classico stilema pittorico dell’artista bolognese, ispirato all’Astrattismo delle Origini. Opere che nascono da un bassorilievo, realizzato in fondo gesso su tela, che successivamente 猫 pigmentato con sostanze naturali, quali caff猫, henn猫, cacao, curcuma, ossidi, ecc. e reso simile cromaticamente a vari tipi di roccia presenti in natura. Nella fase finale sono utilizzati i colori ad olio, con i quali sono dipinte alcune parti dell’opera.

https://www.facebook.com/events/192219983505714/?event_time_id=200110162716696

Dettagli

Data:
Aprile 17
Ora:
10:00 - 18:00
Sito web:
https://www.facebook.com/events/192219983505714/?event_time_id=200110162716696

Organizzatore

Andrea Benetti
Email:
noreply@facebookmail_com

Luogo

Palazzo Zaguri
Campo San Maurizio
Venice, 30124 IT
+ Google Maps